Spreading Knowledge and Educate: Coursera

Ecco un nuovo progetto da top 10 🙂
Sicuramente Coursera è uno dei progetti più rivoluzionari e di qualità in ambito educativo in circolazione.
Si tratta di una piattaforma di e-learning con decine di corsi universitari tenuti da professori di grandi università da tutto il mondo (19 le università che hanno aderito, soprattutto americane tra cui Princeton e Stanford).
Come veri e propri corsi accademici, i professori forniscono un programma delle lezioni, i materiali e le letture consigliate oltre ad esercizi ed assignment da svolgere di volta in volta.
Se quindi gli alunni virtuali seguiranno tutte le lezioni e svolgeranno tutti i compiti assegnati potranno accedere all’esame finale e ricevere un certificato di frequenza firmato dal docente.
Il progetto come spiega Daphne Koller (una dei fondatori) in un intervento al Ted ha nobili ambizioni e vuole diffondere conoscenze specialistiche e tecniche tra coloro che non possono permettersi i costi di un corso universitario (che in America stanno raggiungendo livelli proibitivi per una sempre più ampia fetta di popolazione) o vivono in paesi ancora in via di sviluppo.

Naturalmente ancora non è possibile ottenere una laurea seguendo questi corsi on-line ma gli accordi che Coursera sta chiudendo con sempre più università testimoniano la volontà di fornire video e materiali di qualità agli alunni virtuali.
Spreading knowledge è uno dei tanti effetti che il web offre e che ha potenzialità di diffusione, crescita e conoscenza che valgono davvero la pena di essere sfruttate.
E’ questo il principio anche di un piccolo blog come questo che raccoglie e condivide idee, progetti e servizi utili. 🙂


Udemy – The Academy of You!

Udemy.com è un perfetto esempio di sharing knowledge che funziona.
Il sito infatti raccoglie e offre corsi on-line di vario genere. Un esempio?
Learn Salsa in 5 hours and dance   
HTML & HTML 5
Healthy Living for a Busy Life
Music Essentials for Church Musicians
Jewelry Making

Il sito è piacevole graficamente e la navigazione tra le varie tematiche e i video è molto semplice e intuitiva con la possibilità di costruire corsi composti da più lezioni, commentare i video, lasciare una valutazione e naturalmente condividerli sui più noti social network.

Al di là però dell’usabilità trovo che sia geniale l’idea di fondo che come sottolineano anche i creatori del servizio è quella di stravolgere e democratizzare il mondo dell’educazione permettendo a chiunque di insegnare ed apprendere sul web.
Così come i blog hanno reso più democratica l’editoria così Udemy permette a milioni di esperti da qualsiasi parte del mondo di insegnare e condividere con tutti le proprie conoscenze.
Andrà ciò a minare la qualità dei contenuti e degli insegnamenti? Io credo di no; di certo non tutti i contenuti saranno qualitativamente rilevanti (così come non tutti i blog offrono testi di alto spessore giornalistico e letterario) ma il valore che la diffusione di tali conoscenze a un numero sempre maggiore di persone porterà andrà certamente a compensare la circolazione di qualche contenuto spazzatura.
E poi non dimentichiamoci il potere che gli stessi utenti hanno nello scegliere quali contenuti condividere attraverso i social network e che gli stessi motori di ricerca (come Google con l’update Panda) hanno nel premiare i contenuti di qualità determinando il ranking nei risultati delle ricerche organiche.